Enjoy the silence…

Viviamo in un mondo che ci sta “ghettizzando” nei social network, dove i cellulari non servono per telefonare, o almeno non è più la loro funzione principale ma l’importante è essere connessi in qualsiasi modo in quell’enorme mare senza fine che è la “rete”, così capita che intorno a noi tutto sia inevitabilmente caotico e sempre in continuo mutamento;

ed è così che, forse, stiamo perdendo quella sottile “via di mezzo” tra il fare e non fare, tra pensare ed agire, insomma quel “libero arbitrio” che ha sempre dominato e caratterizzato la vita dell’uomo rendendola, appunto, “viva”.

Se poi tutto questo lo trasferiamo in una moderna carrozza di un modernissimo treno “Frecciarossa” allora diviene facile spiegarsi l’esistenza di una “carrozza relax” o meglio una “carrozza del silenzio” dove è vietato l’uso dei cellulari, parlare a voce alta, gli annunci radio sono limitati all’arrivo e alla partenza e a basso volume, e le luci interne sono più basse per non dare fastidio a chi ha pagato un biglietto persino più costoso degli altri per stare seduto lì dentro in quel “lussuoso silenzio”, si perchè pare che il silenzio costa.

E allora mi viene in mente un proverbio molto popolare che recita: “il silenzio è d’oro”, certamente, ma è necessario arrivare a questo punto? non dovrebbe essere il comune senso civico a far si che non si possano disturbare i compagni di viaggio di una carrozza con schiamazzi e suonerie impossibili e non il costo maggiorato di un biglietto del treno? Lo stesso senso civico che ci porta a mantenere un atteggiamento “pacato e  silente” in un luogo sacro, o che non ci fa parlare quando entriamo in una biblioteca…

E allora tutto ritorna al pensiero di prima…la “via di mezzo” quella che questo mondo oramai ci sta facendo tralasciare quasi fosse una via senza uscite; ma per fortuna quella via c’è ancora, esiste, ci fa percorrere strade e ci dà la possibilità di cambiare la meta del nostro cammino magari non in perfetto silenzio, ma sicuramente con la consapevolezza di intraprendere un nuovo percorso.

Se vogliamo vivere assaporando il silenzio e godendo del relax che ci può donare, non credo sia necessario prendere un treno e pagare un prezzo aggiuntivo per farlo, basta, a volte, concedersi un attimo di pausa mettendosi in poltrona…spegnere luci e cellulari, abbandonare il computer, staccare la connessione con il mondo e, magari, abbandonarsi tra le note di una musica a noi gradita…

e allora “enjoy the silence”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

newvideos31

Happy birthday to you :)

nonsolobiancoenero

La vita è un’enorme tela: rovescia su di essa tutti i colori che puoi (Danny Kaye)

nuvolettablublog

Racconterò solo bugie. E l'unica verità è che è tutto falso...

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Sartago Loquendi

«Fritto misto» di parole, pensieri, poesie

Il suono della parola

dedicato a Guido Mazzolini

f64Uncensored

La naturale libertà della bellezza.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Je laisserai le vent...

... Camminando per la Via ...

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

[In fondo a Sinistra - Il Blog]

Riflessioni politiche per inguaribili ottimisti

Emozioni in immagini

Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella. (Galileo Galilei)

CiscoAlex Il Visionario

In remoti angoli di oscurità, alberga sempre uno sperduto paradiso...

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Di sensazioni, luci, colori...

Appunti di Natura quotidiana

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

MU.SA.

Laboratorio di pensieri fotografici. Tutto fotografia.

nontiscordaredime

- scatti, esperienze & impressioni

Barbara Picci

Il blog di Barbara Picci

LEANNE COLE

Fine Art Photographer ~ Daring to be Different

Photofocus

education and inspiration for visual storytellers

Giuseppemerlino's Blog

ASTRONOMIA, SCIENZA, RELIGIONI, ESOTERISMO, FILOSOFIA

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Il mio click

le persone non vanno mai sottovalutate

Il Giornale Letterario

Recensioni e novità del panorama letterario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: