Parigi rock…

Era il 1995, ricordo quell’anno come ricordo tanti anni…mesi…giorni…o semplicemente attimi della mia vita che ti restano dentro in modo indelebile.
Era il mio secondo viaggio a Parigi, ci tornavo per la seconda volta un pò con lo spirito del viaggiatore che mi ha sempre seguito nei miei spostamenti e un pò per quello che altri deifinivano “lavoro” ma che al sottoscritto sembrava quasi una vacanza visto che essere pagati (bene) per vivere 10 giorni a Parigi a 31 anni e avere molte giornate libere non capitava tutti i giorni…
poi, come ho detto prima, quello era il mio secondo viaggio in quella città, la prima volta ne avevo approfittato per visitarla per il lato “turistico” che offriva, quello da guida della “lonely planet” che non mi ha mai abbandonato nei miei spostamenti, così il Louvre, la torre Eiffel, il museo d’Orsay, il Centre Pompidou e tutto quello che era possibile vedere con i miei occhi curiosi era stato fatto…ora quello che cercavo era l’aspetto “parigino” di quella meravigliosa città…per cui i giorni (e le sere) liberi dal lavoro venivano usati per “vivere” la città in ogni piccolo particolare…perdendosi tra le vie…sedendosi a gustarsi un “Kyr” nei bistrot o pranzando in mezzo la strada con la crepe appena fatta…o girando in metro senza una meta precisa e guardando con curiosità i parigini con le baguette di pane infilate sotto al braccio come se portassero un giornale…

Parigi è questo e molto di più…fu in uno di questi miei giri “a perdersi” che in una viuzza nei pressi di Rue Saint Michel trovai un negozietto di quelli che definire vintage sarebbe riduttivo…tutto quello che vendeva “raccontava” di vite vissute, di storie di persone…di momenti di vita…e di musica…
Fu in quel negozio che girando tra i mille scatoli ordinati in bella fila trovai…o sarebbe meglio dire “pescai” alcune piccole grandi “perle” musicali su vinile che ancora oggi fanno parte della mia collezione di LP, è così con pochi franchi portai a casa un sontuoso “made in Japan” dei Purple…un memorabile “eagles Live”…e un fantastico “what do you want from live” dei Tubes.
Mentre stavo per andare via più che soddisfatto per i miei acquisti, l’occhio mi cadde su una giacca di pelle nera molto vintage che era appesa ad una gruccia dietro alla cassa improvvisata…chiesi alla proprietaria completamente ricoperta di tatuaggi, improvissando con quel poco francese che conoscevo con un “tentativo” di farmi capire in inglese e, soprattutto, barcamenandomi a gesti se per caso fosse stata in vendita, e lei, per nulla confusa da tutta quella mia “pièce” teatrale mi chiese  da dove venissi…non vi dico lo stupore quando alla mia risposta “Lecce…Italia..” un sorriso la illuminò e fece distendere il dragone che sbucava dal collo e si avvolgeva chissà dove…e con fierezza disse in un italiano stentato come il mio francese “io ungherese! voi avete avuto István Vincze nella vostra squadra!!! grande giocatore!”…
Ora..sulla bravura di Vincze lascio agli esperti di calcio la sentenza…

io so che nel mio armadio ho ancora quella giacca di pelle nera gentilmente omaggiata dalla signora e per questo ringrazio István Vincze e il suo unico (se non erro) goal contro il Bari nel 1990…

“Child in time” in questo mio racconto è dovuto…
lasciate che la voce di Gillan vi attraversi l’anima almeno una volta nella vostra vita.

Annunci

2 thoughts on “Parigi rock…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

newvideos31

Happy birthday to you :)

nonsolobiancoenero

La vita è un’enorme tela: rovescia su di essa tutti i colori che puoi (Danny Kaye)

nuvolettablublog

Racconterò solo bugie. E l'unica verità è che è tutto falso...

Bruciami Dentro

Chi sono io? Sono solo una piccola donna che lotta ogni giorno contro i suoi demoni. A volte vincono loro e mi lasciano come un guscio vuoto, pronta ad essere nuovamente devastata. Altre volte invece sono io a vincere e allora vedo il sole anche se sta diluviando

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Sartago Loquendi

«Fritto misto» di parole, pensieri, poesie

Il suono della parola

dedicato a Guido Mazzolini

f64Uncensored

La naturale libertà della bellezza.

Solo per amore

La vita, l'universo e tutto quanto

Je laisserai le vent...

... Camminando per la Via ...

Photoworlder

Il mio scopo principale è viaggiare, eternamente nomade.

[In fondo a Sinistra - Il Blog]

Riflessioni politiche per inguaribili ottimisti

Emozioni in immagini

Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella. (Galileo Galilei)

CiscoAlex Il Visionario

In remoti angoli di oscurità, alberga sempre uno sperduto paradiso...

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Di sensazioni, luci, colori...

Appunti di Natura quotidiana

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

MU.SA.

Laboratorio di pensieri fotografici. Tutto fotografia.

nontiscordaredime

- scatti, esperienze & impressioni

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

Barbara Picci

Il blog di Barbara Picci

LEANNE COLE

Fine Art Photographer ~ Daring to be Different

Photofocus

education and inspiration for visual storytellers

Giuseppemerlino's Blog

ASTRONOMIA, SCIENZA, RELIGIONI, ESOTERISMO, FILOSOFIA

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Il mio click

le persone non vanno mai sottovalutate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: